PlayPause
Slider

Criteri di valutazione

La valutazione, sulla base del conseguimento degli obiettivi trasversali  e disciplinari, tiene

complessivamente conto:

  • dei livelli di partenza dell’alunno;
  • delle conoscenze, abilità e competenze raggiunte;
  • della partecipazione all’attività didattica e al dialogo educativo;
  • dell’impegno dimostrato nello studio individuale;
  • dell’interesse e continuità nello studio;
  • degli effetti degli interventi didattici (corsi di sostegno e recupero).

CORRISPONDENZA VOTI / LIVELLI

 

Voto /10

Livello corrisp.

Conoscenze

Abilità

Competenza

1-3

Gravemente

 insufficiente

Conoscenze molto frammentarie e lacunose

Scarse /irrilevanti capacità di applicare procedure e conoscenze, anche nei compiti più semplici

nessuna competenza trasversale e disciplinare acquisita

 

4

Insufficiente

 

conoscenze parziali e frammentarie

possesso di poche abilità , non utilizzate in modo autonomo, neppure nell’esecuzione di compiti semplici.

 

livello basso di competenze

 

 

 

5

 

mediocre

 

conoscenze superficiali e poco organizzate, per lo più di carattere mnemonico

limitate capacità di applicare procedure in modo autonomo;

errori nell’esecuzione di compiti anche semplici;

obbiettivi posti dalla consegna raggiunti in misura parziale.

 

 

 

acquisizione parziale di competenze

 

6

 

Sufficiente

conoscenza essenziale, ma completa, degli argomenti fondamentali, anche se spesso recepiti in modo mnemonico

capacità sufficiente di applicare procedure e conoscenze in modo corretto e autonomo in compiti semplici.

competenze acquisite a livello minimo, ma sostanzialmente complete.

 

7

discreto

conoscenza completa di tutti gli argomenti, seppure talvolta a livello mnemonico

capacità di applicare procedure e conoscenze a compiti complessi, anche  se con qualche imprecisione, ma con discreta autonomia.

competenze raggiunte a livello discreto

 

8

buono

conoscenza completa e  sicura di tutti gli argomenti

buon livello di padronanza di procedure e conoscenze, completa autonomia di applicazione

competenze raggiunte con buon livello di progettazione e organizzazione del proprio lavoro, capacità di analisi e sintesi

 

 

9 – 10

 

Ottimo/eccellente

conoscenza completa , sicura e approfondita tutti gli argomenti, ben organizzata e arricchita da approfondimenti personali

padronanza sicura e autonoma di tutte le procedure e le conoscenze disciplinari;

capacità di   raggiungere

   soluzioni originali

 

competenze raggiunte in modo completo; ottimo livello di progettazione e organizzazione del proprio lavoro;

capacità di individuare collegamenti tra 

gli ambiti disciplinari, cogliendone la natura

sistemica

Modalita' e strumenti di verifica e valutazione

Ai fini della valutazione, i docenti utilizzano gli strumenti , le modalità e i tempi di verifica indicati nelle programmazioni disciplinari. Il voto è espressione infatti di una sintesi valutativa frutto di diverse forme di verifica: scritte, strutturate e non strutturate, grafiche, multimediali, laboratoriali, orali, in relazione ad  attività singole e/o di gruppo.

In generale sono previste, per la valutazione nelle materie con voto quadrimestrale scritto e orale, complessivamente almeno 3 voti; per le materie con voto solo orale  sono previsti almeno due voti.

Per il voto orale potranno essere utilizzati: colloquio,  prove strutturate e semistrutturate (test e questionari),   letture di carte, grafici, diagrammi,  traduzioni e commenti di brani.

Per il voto relativo allo scritto saranno utilizzati: prove scritte (a seconda delle  specificità delle singole discipline), prove grafiche .

     Certificazione  competenze (biennio)

Per quanto riguarda la certificazione delle competenze,  essa avviene sulla base del  decreto 22 agosto 2007, n.139,  utilizzando il certificato ad esso allegato per gli studenti delle classi seconde. Il certificato viene predisposto dal Consiglio di classe in sede di scrutinio finale (giugno) o di scrutinio integrativo (agosto) e viene rilasciato  a richiesta delle famiglie.

Il Collegio dei Docenti ha approvato la proposta di integrazione del modello ministeriale con la certificazione delle competenze nelle lingue straniere acquisite con i potenziamenti.